Eiaculazione precoce: Dall’Osteopatia una soluzione

Tra i rimedi per una Eiaculazione precoce di tipo primario e da danno fisico è consigliata la consultazione di un osteopata (per altri rimedi e soluzioni, vedasi il post “Eiaculazione precoce: Soluzioni e rimedi”).

 

Infatti l’osteopatia, che ha come obiettivo primario quello di orientarsi nella ricerca dell’origine del problema, sa essere molto efficace quando l’Eiaculazione precoce nasce da cause generate dal coinvolgimenti dei nervi che fuoriescono dal sacro o dalla colonna.

 

Alcune sedute osteopatiche, spesso già la sola prima seduta, aiutano la colonna a liberarsi dalle restrizione di mobilità che possono ostacolare il buon funzionamento del sistema nervoso e circolatorio.

 

Oltre all’osteopatia, vi sono altri modi per curare l’E.P., come:

 

  1. un programma per il cambiamento permanente come “Eiaculazione Felice“.
  2. Mentre, quando si vuole una soluzione che funzioni subito, un’idea può essere l’utilizzo dei preservativi ritardanti, una vasta gamma la si trova su “Comodo.it”.

Se vuoi conoscere tutti i segreti del piacere femminile, clicca qui e non farti scappare questa fantastica offerta…

Eiaculazione precoce: L’educazione sessuale come prevenzione

Se l’Eiaculazione precoce non è legata a questioni fisiche, anatomiche o fisiologiche, può essere determinata dall’idea di sessualità con la quale si è cresciuti.

 

La mancanza di un’adeguata educazione sessuale, così come l’abbondanza di pregiudizi e di false credenze sul sesso, possono provocare la nascita nell’individuo dell’Eiaculazione precoce:

  • si può avere una scarsa informazione sul funzionamento del proprio corpo, frutto di masturbazioni velocissime messe in atto con ansia, da cui può derivare l’incapacità di riconoscerne le sensazioni che il corpo trasmette;
  • si possono avere scarse o false conoscenze sulla sessualità femminile;
  • si può avere un atteggiamento verso il sesso che premia di più l’amicizia tra due amici che si raccontano le esperienze sessuali piuttosto che premiare l’intimità tra l’uomo e la donna.

 

Le false e scarse conoscenze sulla sessualità creano un circolo vizioso che possono provocare l’E.P..

Inoltre, se non modificate in tempo possono provocare altre problematiche.

Per fortuna esistono soluzioni per combattere l’EP. Rimedi che possono dare un aiuto subito come l’utilizzo di preservativi ritardanti.

Ma allo stesso tempo, per chi soffre di questa disfunzione da tanto tempo può essere utile un programma per il cambiamento permanente come “Eiaculazione Felice“.

Se vuoi conoscere tutti i segreti del piacere femminile, clicca qui e non farti scappare questa fantastica offerta…

Le migliori posizioni sessuali contro l’Eiaculazione Precoce

L’Eiaculazione Precoce è soltanto un problema maschile? Sì e no! Di certo l’eiaculazione precoce riguarda la sessualità maschile ma questo tipo di problematica  si riversa inevitabilmente anche sulla sessualità femminile.

Una donna il cui uomo non riesce a controllare la propria eiaculazione difficilmente riuscirà a raggiungere l’orgasmo durante il rapporto sessuale; questo tipo di insoddisfazione potrà portare col tempo anche ad un progressivo calo della libido  aggiungendo nuovi problemi al rapporto di coppia.

Spesso l’eiaculazione precoce colpisce i ragazzi giovani ed inesperti in fatto sesso (è tipica ad esempio della prima volta!) ma se il problema persiste nel tempo è opportuno cercare una soluzione. I rimedi per combattere l’eiaculazione precoce vanno dall’uso classico di creme o preservativi ritardanti alla ginnastica pelvica, l’ultima frontiera del fitness specifica per allenare i muscoli più attivi nei rapporti sessuali.

In alcuni casi viene anche consigliato all’uomo di pensare a qualcosa di triste durante il rapporto per limitare le fantasie sessuali e l’eccitazione, ma vi sembra forse questo un bel modo di fare l’amore? Una strategia sicuramente più efficace, e meno traumatica, per ritardare l’eiaculazione è scegliere la corretta posizione sessuale.

Le migliori posizioni sessuali contro l’eiaculazione precoce sono le posizioni del Kamasutra in cui la donna è attiva. L’uomo deve assolutamente evitare posizioni faticose perché lo sforzo muscolare accelera l’orgasmo in soggetti che già soffrono di eiaculazione precoce.

Da evitare anche le posizioni acrobatiche, che spesso sono faticose e scomode per entrambi i partner. Per combattere l’eiaculazione precoce sono consigliabili posizioni sessuali in cui la donna è sdraiata sopra all’uomo. Non abbiate paura di annoiarvi, con un po’ di fantasia potrete sperimentare numerose varianti: sdraiarvi pancia contro pancia, oppure con la vostra schiena sulla sua pancia, o girate al contrario con la vostra testa verso i suoi piedi o ancora potete stare in ginocchio sul letto.

Da provare anche la posizione dell’Amazzone, in cui l’uomo è seduto e la donna si posiziona a cavalcioni sulle sue cosce dando il ritmo al rapporto sessuale. Certo è una posizione un po’ stancante ma oltre a ritardare l’eiaculazione precoce del vostro compagno permette anche un’ottima stimolazione del punto G: vale la pena di fare un po’ di fatica!

Fortunatamente, oggi è possibile trovare soluzioni e rimedi a questo problema, ad esempio:

EiaculazioneFelice.

Se vuoi conoscere tutti i segreti del piacere femminile, clicca qui e non farti scappare questa fantastica offerta…

Eiaculazione precoce: In Italia 2.400.000 coppie a rischio

Ben 2.400.000 coppie Italiane sono sessualmente asincrone: il piacere sessuale di lui non coincide nei tempi con quello di lei.

Questo accade perché lui ha problemi di Eiaculazione Precoce. Questo problema porta molti problemi nei rapporti di coppia.

Secondo alcune ricerche, la coppia asincrona non è più quella del passato: se prima si parlava di un maschio egoista e di una donna frustrata ma silenziosa.

Adesso l’uomo misura sessualmente se stesso, misurandolo sul piacere femminile. Questo mostra come nella vita sessuale l’elemento qualitativo (la sincronia, l’attenzione al piacere) ha ampiamente surclassato l’elemento quantitativo (quante volte lo si fa).

Non è tanto il numero di volte ma la qualità delle volte

Spesso viene meno anche il dialogo all’interno della coppia, rendendo il problema ancora più doloroso e con ricadute a livello psicologico. L’uomo che soffre di Eiaculazione Precoce preferisce non accennare il problema alla partner e spesso non ricerca neanche una soluzione sperando che il problema sparisca da solo.

Il silenzio crea un carico di frustrazione direttamente proporzionale agli anni nei quali il problema persiste.

Per risolvere il  problema nasce EiaculazioneFelice.it un sistema per il cambiamento permanente senza l’utilizzo di farmaci e veleni.

Clicca e scopri come risolvere per sempre il tuo problema di Eiaculazione Precoce.

Se vuoi conoscere tutti i segreti del piacere femminile, clicca qui e non farti scappare questa fantastica offerta…

Eiaculazione precoce: quanti tipi?

Non tutto quello che si fa ricadere sotto la stessa etichetta linguistica “EiaculazionePrecoce” presenta le stesse caratteristiche, le stesse cause e la stessa evoluzione nel tempo, come detto nel post precedente “Cos’è l’Eiaculazione precoce?” può cambiare da persona a persona.

L’Eiaculazione precoce può essere distinta in diversi tipi:

  1. E.p. occasionale
    Eiaculare prima della penetrazione o subito dopo può accadere ogni tanto per una serie di motivi legati all’eccitazione, alla paura, al luogo, ecc. Di solito questi episodi sporadici non turbano la serenità relazionale;
  2. E.p. primaria
    Il riflesso eiaculatorio è molto rapido a causa di una condizione neurologica o anatomica particolare. Non è una malattia del corpo né della mente ma dipende dal fatto che si è fatti così. È l’unica condizione mai conosciuta dalla persona che quindi ha sempre eiaculato in pochi secondi dall’inizio della stimolazione (manuale, penetrazione, ecc.).
  3. E.p. secondaria
    Dopo alcune esperienze (masturbazione o rapporti sessuali) in cui si riusciva a gestire il momento dell’eiaculazione, non si è più capaci di controllare l’eiaculazione. Di solito nasce da fattori psicologici quali l’ansia da prestazione e provoca imbarazzo e frustrazione;
  4. E.p. da danno fisico
    L’Eiaculazione precoce può essere anche legata a malattie somatiche (come l’infezione della prostata) o riconducibile a un danno organico o indotto da sostanze. In questi casi il problema può essere risolvibile eliminando le cause fisiche. In alcuni casi però il problema fisico si pone a fondamento di ansie che favoriscono la reiterazione del problema di carattere psicologico;
  5. E.p. contingente
    Può accadere di non riuscire a controllare l’eiaculazione in alcuni luoghi ben specifici (basta cambiare luogo), in alcuni periodi della propria vita (basta far passare il momento) oppurecon una compagna ben precisa. In quest’ultimo caso è chiaro che lasciare che la relazione finisca non è una soluzione.

A tale scopo nasce un programma per il cambiamento permanente come “Eiaculazione Felice“.

In altri casi, quando si vuole una soluzione che funzioni subito, un’idea può essere l’utilizzo dei preservativi ritardanti, una vasta gamma la si trova su “Comodo.it”.

Se vuoi conoscere tutti i segreti del piacere femminile, clicca qui e non farti scappare questa fantastica offerta…

1 2