Eiaculazione precoce: potrebbe essere ereditaria!?!

L’Eiaculazione precoce in Italia colpisce circa 4 milioni di uomini fra i 18 e i 70 anni. Se per decenni si è creduto che questo problema fosse legato a disagi psicologici, come la capacità di sciogliersi durante l’atto sessuale, oggi è stata scoperta una scioccante verità: l’eiaculazione precoce potrebbe essere ereditaria.

Infatti potrebbe essere causata da un’anomalia genetica dovuta ad un difetto nel gene che controlla il rilascio di dopamina, un neurotrasmettitore che svolge un ruolo cruciale all’interno del cervello, agendo anche sul piacere.

Lo studio che ha dimostrato questo è stato condotto da un’equipe svedese e finlandese. I ricercatori hanno chiesto a un campione di 1.300 uomini fra i 18 e i 45 anni la durata media di un singolo rapporto sessuale.
La ricerca prevedeva anche che fosse prelevato un campione di saliva da ognuno dei partecipanti al test, per stabilire eventuali difetti nel gene che trasporta la dopamina, ovvero il DAT1: in questo modo è stato possibile scoprire che gli uomini che presentavano un’anomalia di questo gene avevano più probabilità di soffrire di eiaculazione precoce rispetto a coloro che, invece, non presentavano alcuna forma differente del gene.

“Il risultato di questo studio – hanno spiegato gli scienziati – indica che i farmaci che agiscono direttamente sui livelli di dopamina possono essere utili per questo tipo di disfunzione.”

In effetti, si era già notato in passato, negli anni settanta, che i farmaci a base di dopamina usati per la cura del morbo di Parkinson aumentavano la carica sessuale di alcuni pazienti. Questo studio sembra dimostrare quell’inspiegabile (allora) reazione al farmaco.

C’è il dubbio che la ricerca sulla dopamina serva più che altro a preparare la strada al nuovo farmaco contro l’eiaculazione precoce.

Inoltre, queste ricerche sono spesso sponsorizzate dalle stesse case farmaceutiche per avere un maggior credito di fronte a che soffre di questi problemi.

Il farmaco in molti casi è solo un modo che placca i sintomi non eliminando il problema.

L’Eiaculazione precoce è spesso un problema dovuto alla mancanza di controllo sul riflesso eiaculatorio.

A tal riguardo, per eliminare l’eiaculazione precoce ci sono programmi per il cambiamento permanente, senza l’utilizzo di farmaci come:

Eiaculazione Felice

Se vuoi conoscere tutti i segreti del piacere femminile, clicca qui e non farti scappare questa fantastica offerta…

Eiaculazione precoce: In Italia 2.400.000 coppie a rischio

Ben 2.400.000 coppie Italiane sono sessualmente asincrone: il piacere sessuale di lui non coincide nei tempi con quello di lei.

Questo accade perché lui ha problemi di Eiaculazione Precoce. Questo problema porta molti problemi nei rapporti di coppia.

Secondo alcune ricerche, la coppia asincrona non è più quella del passato: se prima si parlava di un maschio egoista e di una donna frustrata ma silenziosa.

Adesso l’uomo misura sessualmente se stesso, misurandolo sul piacere femminile. Questo mostra come nella vita sessuale l’elemento qualitativo (la sincronia, l’attenzione al piacere) ha ampiamente surclassato l’elemento quantitativo (quante volte lo si fa).

Non è tanto il numero di volte ma la qualità delle volte

Spesso viene meno anche il dialogo all’interno della coppia, rendendo il problema ancora più doloroso e con ricadute a livello psicologico. L’uomo che soffre di Eiaculazione Precoce preferisce non accennare il problema alla partner e spesso non ricerca neanche una soluzione sperando che il problema sparisca da solo.

Il silenzio crea un carico di frustrazione direttamente proporzionale agli anni nei quali il problema persiste.

Per risolvere il  problema nasce EiaculazioneFelice.it un sistema per il cambiamento permanente senza l’utilizzo di farmaci e veleni.

Clicca e scopri come risolvere per sempre il tuo problema di Eiaculazione Precoce.

Se vuoi conoscere tutti i segreti del piacere femminile, clicca qui e non farti scappare questa fantastica offerta…

Eiaculazione Precoce: i consigli per le donne

Dire che gli uomini non hanno problemi a raggiungere l’orgasmo non è corretto.

C’è l’impotenza, lo stress, l’incapacità di mantenere l’erezione, ci sono i problemi fisici, quelli psicologici, c’è l’Eiaculazione precoce … Però se tutto, nella mente e nel corpo, funziona a dovere, un uomo non avrà difficoltà ad arrivare al piacere durante un rapporto sessuale.

Per le donne  purtroppo godere non è così semplice. Anche quando tutto funziona a dovere. E anche quando l’orgasmo arriva, spesso i tempi di lei non coincidono con quelli di lui. La buona notizia è che a tutto c’è rimedio.

Tracey Cox, esperta di problemi di coppia, ha stilato qualche dritta. Potremmo chiamarle scorciatoie del piacere. Consigli per aiutare le donne a raggiungere l’orgasmo più in fretta. Per divertirsi di più e meglio sotto le lenzuola. Che non è poco.

Fantasia al potere
Fatevi venire voglia da sole. Anche se siete nel bel mezzo di una riunione di lavoro o a una cena con gli amici chiassosi di lui, se sapete che vi aspetta un incontro sul materasso, preparatevi psicologicamente. Eccitatevi lasciando correre la fantasia, pensando a cosa vorreste che lui vi facesse, a cosa voi vorreste fare a lui, a immagini ad alto contenuto erotico. Preparate la psiche e il corpo al piacere che arriverà, sarete più predisposte ad accoglierlo.

Fai i compiti, tesoro
Sono tante, tantissime, decisamente troppe le donne che sottovalutano l’importanza e l’efficacia degli esercizi di Kegel (chi addirittura ne ignora l’esistenza, legga qua). Muscoli vaginali elastici e ben allenati vi garantiranno orgasmi vaginali (e non solo clitoridei) e soprattutto orgasmi multipli. Inutile dire, poi, che anche lui sentirà il beneficio perché quando saprete stringerlo – diciamo – in un “abbraccio intimo” le sensazioni si amplificheranno per entrambi. Quindi prima di un appuntamento, fate ginnastica là sotto! Nessuno se ne accorgerà, potrete allenarvi anche alla guida, alla scrivania, al supermercato.

Regolati di conseguenza
I preliminari sono fondamentali. Impara a farli durare poco, tanto o tantissimo a seconda del tuo grado di eccitazione. Se hai molta voglia, coinvolgilo in una sveltina (agli uomini piace sempre, no eccezioni). Se ne hai così-così o poca, organizza un intrattenimento adeguato: rapporti orali, massaggi, carezze, sex toys, cibi eccitanti da consumare a letto… Se conduci tu il gioco, spari il colpo d’inizio e piazzi lo striscione del traguardo tutto da sola. Cosa c’è di meglio?

Prendi posizione
Se sai come godi, sai come godere. Impara quale tipo di stimolazione ti eccita di più e ti porta più facilmente al piacere e quando arriva il momento della penetrazione, scegli la posizione che più ti si addice. Per una stimolazione diretta del clitoride (il modo più facile per raggiungere l’orgasmo) lascia che lui si sdrai e sali tu al timone. Altrimenti varia la classica missionaria allargando le gambe a compasso per aumentare il contatto con il suo pube. Qualunque posizione tu scelga, chiedigli di variare i movimenti. Piuttosto che un avanti e indietro forsennato, meglio la circolarità. Guida i suoi fianchi con le mani.

Un bel gioco dura poco
Non ti fissare su un’attività solo perché ti ha portato al piacere. Meglio variare o finirai per voler fare solo quello o – peggio – finirai per sentirti incapace di raggiungere l’orgasmo in altri modi. Alterna il sesso orale alla stimolazione manuale ai sex toys al rapporto sessuale completo. Chi è in confidenza col partner, può aiutarsi con qualche immagine porno. Non tutti i film per adulti piacciono solo agli uomini.

Respira a pieni polmoni
La bella notizia è che la corretta respirazione amplifica l’orgasmo. La brutta notizia è che non esiste una regola, ciascuna deve trovare il proprio ritmo. Ma tentare può essere divertente. Ecco le varie teorie. Alcuni sostengono che trattenere il respiro durante l’orgasmo lo renda ancora più magnifico. Altri dicono che distolga l’attenzione dalla vagina al cervello e riduca le sensazioni e quindi suggeriscono respiri profondi quando arriva il piacere, sostenendo anche che a volte questo agevoli nel raggiungimento di orgasmi multipli. Infine, c’è chi dice che per espandere l’orgasmo e provare il piacere in tutto il corpo, si debbano fare respiri profondi e lenti prima di arrivare al culmine e poi respirare affannosamente durante. Tentar non nuoce, anzi…

Chi fa da sé, fa per tre

Se avete davvero difficoltà insormontabili a raggiungere l’orgasmo, masturbatevi. Fatelo prima del rapporto sessuale per arrivare a offrirvi a lui già molto “avanti coi lavori”. Fatevi masturbare da lui e poi quando ci siete quasi stoppatelo e procedete con la penetrazione. Oppure dedicatevi serenamente al rapporto sessuale e se raggiungete l’orgasmo bene, se non ce la fate, chiedete a lui di finire con le mani (o la bocca) e terminate l’incompiuto da sole. La masturbazione è uno splendido gioco di coppia.

Dopo la teoria, la pratica
Avete usato la fantasia per eccitarvi prima? Fatelo anche durante. Immaginate scenari, situazioni, partner, posizioni o parole che vi eccitano e non vergognatevi: tanto lui non sa leggere il pensiero. Lasciatevi andare e se la cosa vi entusiasma, parlate e fatelo parlare. Il vero organo sessuale da stimolare, d’altra parte, è il cervello. Non trascurate la vostra mente.

Certo le donne possono dare una mano all’uomo, ma è meglio vincere da soli L’Eiaculazione Precoce. A riguardo nasce il programma per il cambiamento permanente:

Eiaculazione Felice

Se vuoi conoscere tutti i segreti del piacere femminile, clicca qui e non farti scappare questa fantastica offerta…

Eiaculazione precoce: Le problematiche associate

  • Disfunzione erettile (o impotenza)
    L’Eiaculazione precoce può essere correlata alla Disfunzione Erettile (o impotenza).La disfunzione erettile si manifesta come ultima fase di un processo in cui l’ansia da prestazione, accorciando la durata del coito, fa vivere l’esperienza sessuale e l’idea stessa di un rapporto sessuale con l’aspettativa che tutto andrà male (Anticipazione Negativa, diversa dalla situazione dell’eiaculatore onesto, così come scritto nel post precedente “Eiaculazione precoce: onestà o bugia nell’Uomo”).L’iperattenzione alla propria erezione e all’anticipazione negativa non permette la normale erezione del pene.

    Questo evento mette la persona in condizione di evitare il rapporto sessuale di breve durata, in quanto generatore di sentimenti di vergogna e inadeguatezza.

    In questi casi la disfunzione erettile si autorinforza poiché è la soluzione ad un problema di Eiaculazione precoce.

  • Calo del desiderio
    L’Eiaculazione precoce può essere legata anche al Calo del desiderio.

Per prevenire l’ansia da prestazione, l’angoscia e la vergogna che derivano da    un rapporto giudicato troppo breve, la persona può ricorrere all’evitamento  dell’intimità o del rapporto sessuale.

  • Questa è ancora una volta un tentativo di soluzione e come tale si autorinforza.

Oggi grazie a lavoro di studiosi e ricercatori l’E.P. ha trovato diverse soluzioni e rimedi, ad esempio:

  1. Un programma per il cambiamento permanente come “Eiaculazione Felice.
  2. In altri casi, quando si vuole una soluzione che funzioni subito, un’idea può essere l’utilizzo dei preservativi ritardanti, una vasta gamma la si trova su “Comodo.it”.

Se vuoi conoscere tutti i segreti del piacere femminile, clicca qui e non farti scappare questa fantastica offerta…

Un rimedio naturale contro l’eiaculazione precoce: la ginnastica!

Tre milioni e mezzo di italiani soffrono di eiaculazione precoceuno studio presentato al Congresso Europeo di Urologia di Stoccolma ha illustrato come la ginnastica può essere un valido rimedio.

squat-sumo-2

L’equipe del Prof. Pastore ha selezionato 40 uomini di età compresa fra i 19 ed i 46 anni che soffrivano di eiaculazione precoce, e che avevano provato diverse terapie senza registrare miglioramenti della propria condizione.

I volontari hanno eseguito esercizi di potenziamento del pavimento pelvico per 12 settimane consecutive, misurando il tempo impiegato per raggiungere l’orgasmo durante il periodo di allenamento.

All’inizio dell’allenamento il tempo medio prima dell’eiaculazione era di 31.7 secondi. Dopo l’allenamento il tempo è salito a 146.2 secondi, aumentando di oltre quattro volte rispetto al valore iniziale e non più classificabile come condizione patologica secondo la definizione dell’International Society of Sexual Medicine.

In dettaglio: 33 uomini hanno riportato miglioramenti apprezzabili, 5 non hanno misurato alcun miglioramento, e 2 hanno abbandonato la sperimentazione in anticipo.

Inoltre la pubblicazione ha evidenziato anche come tredici pazienti, che hanno continuato l’allenamento per sei mesi, hanno mantenuto i miglioramenti ottenuti.

Si tratta solo di una sperimentazione su piccoli numeri, che andrebbe effettuata su campioni più grandi, ma gli effetti sembrano essere molto positivi. Gli esercizi sono semplici e non hanno effetti collaterali.

Da non trascurare l’effetto psicologico: il solo fatto di aver migliorato la propria vita sessuale solo con le proprie forze ha aumentato decisamente l’autostima dei pazienti.

Il metodo “Eiaculazione Felice” contiene tutti gli esercizi per il potenziamento del pavimento pelvicoinsieme ad una serie di altri esercizi, compresa la respirazione, un prodotto unico per risolvere definitivamente ed in modo autonomo il problema dell’eiaculazione precoce.

Se vuoi sapere in cosa consistono gli esercizi per il potenziamento del pavimento pelvico ed eseguirli in modo autonomo nella privacy di casa tua compila adesso il modulo e riceverai gratuitamente il primo assaggio del metodo “Eiaculazione Felice”.

 

Compila il seguente modulo:

Una soluzione immediata al problema può darla l’utilizzo di preservativi ritardanti, su Comodo.it trovi un vasto assortimento di preservativi ritardanti per ogni esigenza.

Vuoi saperne di più su come migliorare la tua vita sessuale? Non lasciarti scappare questa imperdibile offerta!!!

1 2 3